module


Vai ai contenuti

Menu principale:


parte modificabile

Flavio Giulio Costanzo, meglio noto come Costanzo II (latino: Flauius Iulius Constantius; Sirmio, 7 agosto 317Cilicia, 3 novembre 361), è stato un imperatore romano della dinastia costantiniana. Salito al trono nel 337 alla morte del padre Costantino I, rimase al potere per 24 anni, difendendo l'impero dai nemici esterni e il proprio potere dagli usurpatori, e promuovendo il cristianesimo.

Nominato cesare (imperatore iunior) assieme ai fratelli dal padre Costantino I, alla morte di questi assunse il potere nella parte orientale dell'impero, lasciando gli altri fratelli a spartirsi l'Occidente. Si impegnò poi nella difesa dei confini orientali dell'impero dalla minaccia dei Sasanidi, optando per una politica militare a bassa intensità diversa dalle consuetudini romane, che fu efficace ma che causò una certa insoddisfazione nel mondo romano. Dovette affrontare anche le incursioni dei popoli barbari attraverso i confini germanico e danubiano, mentre in politica interna fu a lungo impegnato dall'usurpatore Magnenzio, cui contese e strappò il potere in Occidente, come pure da altri usurpatori (Vetranione, Decenzio, Nepoziano e Claudio Silvano).

azasa

Fare doppio clik, con il mouse, nella parte modificabile per aprire la finestra di diaolgo che permettte di modificare la stessa.

< Fonte ed istruzioni >


Torna ai contenuti | Torna al menu